Marsupio Neonato: i Migliori ed Ergonomici

marsupio neonato

Stai cercando un marsupio per neonato? Continua a leggere per trovare il migliore!

Tutti i neo genitori sanno quando sia importante che il loro bimbo sia sempre comodo e protetto anche una volta uscito dal grembo materno.

Infatti se prima si trovava al sicuro nella pancia della mamma, che lo “trasportava” sempre con se ovunque andasse, adesso hanno bisogno di ricorrere ad un oggetto per tenere il piccolino sempre con loro.

Ci sono genitori che preferiscono la carrozzina, perché la trovano più comoda, sia per loro che per il bimbo.

Altri vedono nella fascia porta bebè una valida alternativa ed infine c’è chi preferisce usare un marsupio per neonato. Si tratta di un prodotto specifico, studiato appositamente per trasportare bambini piccoli e neonati, tenendoli sempre a contatto con il nostro corpo.

Cerchiamo di conoscere meglio questo interessante prodotto per capirne i punti di forza e gli eventuali aspetti negativi, per capire se si tratta veramente dell’articolo che ci serve per trasportare il nostro piccolino.

Di seguito i migliori marsupi per neonato che potete trovare su Amazon.it

Marsupio NeonatoPortata massima
BabyBjörn One Marsupio Portabebè15 Kg
Boba 4G Zainetto Porta bambino20 Kg
Ergobaby Original18 Kg
Brevi Marsupio Koala9 Kg
Manduca Ma Marsupio Ergonomico20 Kg
Inglesina Front 9 Kg
Marsupio Original BABYBJÖRN11 Kg
Montis Hoover Zaino porta bimbo25 Kg

Perché comprare un marsupio neonato?

Sono molti i motivi per cui comprare un marsupio. Per prima cosa l’uso di un oggetto come questo permette di avere le mani libere, pur tenendo il vostro bimbo stretto a voi, e già questo motivo da solo basta per farci capire la sua utilità.

Chissà quante mamme si sono pentite di non averne preso uno quando hanno capito quanto fosse impegnativo spingere una carrozzina.

Per seconda cosa viene la possibilità di mantenere uno stretto legame fisico col bimbo, che in questo modo sentirà meno il trauma del distacco dal grembo materno e favorirne così un più sano sviluppo psicofisico.

In più i marsupi neonato permettono di portare il vostro piccolino in diverse posizioni, sulla pancia oppure sulla schiena, ma sempre con il massimo della sicurezza.

Altro interessante aspetto legato ai marsupi e che questi sono veramente poco ingombranti, anche quando non sono in utilizzo.

Tipi di marsupio per neonato

In commercio ci sono diverse tipologie di marsupio per neonato, che si diversificano per la posizione con la quale permettono di trasportare il bambino. Le più diffuse e conosciute sono la versione frontale e quella a fascia. Vediamo meglio di che cosa si tratta.

Marsupio frontale

Questo modello di marsupio per neonato è di certo il più conosciuto ed il più diffuso tra le neo mamme. Si tratta di un sedile, supportato da due bretelle, che può essere utilizzato per avere il massimo in fatto di contatto tra mamma e bimbo.

È consigliato tenere il piccolo con la testa rivolta verso la mamma almeno finché questo non riuscirà a sorreggerla da solo e sarà allora possibile posizionarlo anche fronte strada.

Una volta che il cucciolotto sarà cresciuto il marsupio potrà essere utilizzato anche sulla schiena, andando così a distribuire in modo migliore il peso, che sarà aumentato, sul vostro dorso.

In questo modo il bimbo potrà scoprire il mondo, osservandolo al sicuro dentro il marsupio.

Purtroppo però questo tipo di prodotto per la prima infanzia non è particolarmente adatto per allattare, mentre si indossa insieme al bimbo e ci potrà essere chi lo troverà ingombrante, se indossato frontalmente.

Marsupio a fascia

Un altro modello di marsupio neonato è quello definito a fascia. Si tratta di un prodotto molto più versatile del precedente.

Si tratta di tratta di una lunga striscia di tessuto che, dopo essere correttamente avvolta intorno alle spalle ed al busto, permette di inserire il bambino e fissarlo così al corpo del trasportatore.

Il vantaggio offerto da questo prodotto è che si può regolare, in base al corpo di chi lo utilizzerà, semplicemente stringendo o allentando la stoffa. Sono anche più adatte a chi desidera allattare il bimbo mentre questo è nella fascia.

Tra i loro svantaggi c’è però il fatto che questi prodotti vanno indossati seguendo regole precise, che non tutti i genitori possono trovare facili da comprendere.

Anche se possono essere usate anche con bimbi un po’ più grandicelli questo non sarà il top, poiché il marsupio a fascia non presenta imbottiture, tipiche invece dei marsupi frontali.

Marsupio ergonomico

Il marsupio ergonomico si presenta come un marsupio che deve garantire il massimo comfort a mamma e bambino.

Perché lo siano veramente è necessario che permettano ad ambedue di poter usare questo prodotto per periodi di tempo lunghi e non soltanto per brevi tragitti.

La seduta di questi oggetti deve pertanto essere larga ed andare dal sederino fino al ginocchio del bambino, facendo sì che la popò si venga a trovare in una posizione ribassata rispetto alle ginocchia stesse. La posizione corretta è importante, per evitare che il piccolo possa sviluppare la displasia dell’anca.

Gli spallacci di questi marsupi sono larghi e morbidi, per non caricare in modo eccessivo la schiena dei genitori. Questi prodotti sono realizzati con materiali traspiranti, naturali e facili da lavare.

Evitate marsupi con strutture troppo preformate, perché di certo non saranno anatomici e anzi si dimostreranno essere piuttosto scomodi.

Zaino porta bimbo

Quando invece i genitori sono degli amanti della vita all’aria aperta e delle escursioni trekking, la scelta migliore sarà quella degli zaini porta bimbo. Si tratta di zaini trekking modificati, che permettono di praticare escursioni in montagna, ma anche in città, dando la possibilità, ai genitori, di avere le mani libere.

Anche se sembrano prodotti massicci non sono affatto ingombranti, e possono essere riposti comodamente nel vostro armadio.

Questi zaini poggiano su una struttura in metallo, alluminio in genere, che permettono di trasportare in bambino, anche su terreni impervi, non andando a creare ingombro o rischiando di farvi cadere.

La praticità di questi oggetti è anche legata al fatto che, su terreni dissestati, come possono essere i sentieri di montagna, è praticamente impossibile muoversi con un passeggino.

Gli zaini porta bimbo di solito sono forniti di una copertura, che va a proteggere il piccolo contro la pioggia, il vento, ma anche il sole eccessivo.

Qual è il miglior marsupio?

La scelta è ardua, perché i vari modelli di marsupio per neonato sono tutti altrettanto affidabili.

La scelta di solito è legata per lo più a specifiche esigenze, come nel caso degli zaini porta bimbo, ma anche dai gusti in fatto di estetica.

Ricordo però che ci sono dei modelli di marsupi che si prestano meglio ad essere usati anche con bimbi piccoli, mentre altri sono più adatti a bimbi un pochino più grandi.

Ci sono mamme che ad esempio non amano oggetti troppo complicati da indossare ed altre ancora che invece preferiscono qualcosa di già imbastito per essere sicure di non sbagliare nel posizionamento del piccolino.

Se avete amiche che usano il marsupio porta neonato chiedete se ve lo possono far provare, perché soltanto in questo modo potrete capire quale sia il modello più adatto a voi. La scelta è difficile, ma di certo troverete un marsupio che si presti ai vostri bisogni.

Quali sono i prezzi per un marsupio per neonato?

Se pensate che il prezzo dei marsupi per neonato sia simile, ma anche soltanto possa avvicinarsi lontanamente a quello che è il costo di un passeggino o di una carrozzina, allora siete fuori strada.

Si tratta infatti di prodotti per la prima infanzia decisamente alla portata di tutti. Anche tra i marsupi ci potranno essere dei prodotti costosi, magari a causa del design o del brand, ma per evitare di spendere cifre eccessive sarà sufficiente rivolgersi su prodotti di altre marche.

Ce ne sono di belli, robusti e funzionali anche a prezzi popolari.

Le caratteristiche di un marsupio per neonato

Andiamo adesso ad analizzare insieme quelli che sono i punti fondamentali da valutare quando si sta per acquistare un oggetto di questo genere. Conoscere in modo approfondito le sue caratteristiche ci aiuterà a fare la scelta migliore per noi e per il nostro piccolino.

Versatile

La caratteristica principale dei marsupi è la loro versatilità. Permettono infatti di trasportare i bambini in diverse posizioni, permettendo allo stesso tempo di poter avere le mani libere per poter portare avanti anche altre attività.

Immaginate tornare a casa da fare la spesa con il bimbo nel marsupio e le borse della spesa nelle mani…di certo sarà faticoso, ma vi sarete risparmiati un ulteriore viaggio casa/auto.

I marsupi possono essere utilizzati in ambienti diversi, infatti potete tenere vostro figlio nel marsupio sia per la strada, ma anche tenerlo al suo interno, quando siete a casa, per cullarlo col movimento del vostro corpo, prima di metterlo a dormire.

Ce ne sono anche di versioni che permettono di allattare il bimbo mentre questo si trova nel marsupio.

Comodo per il neonato

Ogni mamma ha a cuore, per prima cosa, che il suo piccolo sia sempre comodo e che la posizione in cui si trova non possa provocare problemi al suo sviluppo fisico.

È perciò molto importante che i marsupi siano ergonomici e realizzati perciò in modo da garantire ai bambini il massimo comfort. Se usati correttamente i marsupi permettono infatti un ottimale sviluppo psico fisico e riducono di molto l’insorgenza di coliche e rigurgiti.

Ricordo sempre che la posizione fronte strada è sconsigliata per bimbi molto piccoli, che non riescono ancora a sostenere la testa da soli.

I marsupi migliori sono quelli che permettono di posizionare i piccoli con le gambe divaricate, con le ginocchia in un posizione più alta rispetto al sederino, evitando così il rischio di displasia all’anca.

Comodo per la mamma

Affinché un marsupio possa essere davvero considerato comodo è necessario che lo sia non solo per il bimbo, ma anche per la mamma o il papà.

Queste devono poterlo utilizzare senza essere intralciate nei movimenti e non affaticandosi in modo eccessivo.

Il primo problema si risolve in modo semplice rivolgendosi verso marsupi che permettano di poter distribuire il peso in modo uniforme sulla schiena, evitando ad esempio i modelli mono spalla.

Per evitare intralci eccessivi è meglio non scegliere marsupi troppo massicci. Ma il comfort massimo si ha quando, oltre ai punti appena visti, si riesce anche ad allattare il bimbo tenendolo nel marsupio.

Una mamma felice che nutre il proprio cucciolo sarà più lontana dal rischio dell’insorgenza della depressione post partum.

Robusto

Quindi abbiamo visto come i marsupi debbano essere comodi e versatili. Vediamo adesso un altro importante fattore da valutare, quello della robustezza.

I marsupi servono per trasportare i bambini e proprio per questo non devono rompersi. Sono infatti realizzati con materiali dalla tramatura doppia, antistrappo, per dare alle mamme la massima tranquillità.

Anche gli spallacci e la seduta sono imbottiti e rinforzati. I modelli di zaino porta bimbo, ad esempio, hanno un telaio in acciaio, che ne garantiscono stabilità e resistenza massima. I ganci e le cinghie vanno sempre mantenuti in buone condizioni per evitare che possano rovinarsi.

Mi raccomando, agganciate tutto bene appena posizionato il piccolino nel marsupio, perché non ha senso avere un prodotto robusto ed affidabile se poi non si rispettano le norme di sicurezza.

Con cinghie regolabili

I marsupi per neonati si possono regolare attraverso delle cinghie. Queste sono semplici da usare. I modelli migliori sono quelli che permettono di regolarle anche con una sola mano, usando l’altra per sostenere il bambino.

Se il piccolino si addormenta e voi avete paura di svegliarlo, slacciando le cinghie, non preoccupatevi, infatti sono state progettate in modo da non disturbare il vostro piccolo, che potrà continuare a dormire mentre voi lo liberate dal marsupio per posizionarlo nella sua culla o nel suo lettino.

La facilità di utilizzo è essenziale in quanto spesso la mamma si troverà da sola a dover togliere il bimbo dal marsupio e quindi delle cinghie e chiusure difficili da regolare sarebbero un problema difficile da risolvere.

Il peso supportato dal marsupio

Anche qui le cose variano molto in base all’utilizzatore. I modelli di marsupio presentano, tra loro caratteristiche tecniche, di solito indicate sulla sua confezione, il peso massimo supportato.

I marsupi per neonato sono utilizzabili sia con neonati, che con bimbi dal peso massimo di 18 kg, che di solito corrispondono a circa 3 anni di vita.

Naturalmente tutto varia però anche in base a chi dovrà portare il bimbo, perché ci saranno mamme che, per problematiche varie, troveranno difficoltà a trasportare il bimbo nel marsupio una volta che questo diventerà troppo pesante.

Facile da usare

Nessuno è invogliato ad usare un oggetto troppo complicato e che possa lasciarci in impiccio, quando il suo scopo primario dovrebbe essere quello di semplificarci la vita.

Per questo motivo è necessario che i marsupi siano semplici da indossare, ed altrettanto da togliere. C’è chi non ama le fasce bebè proprio a causa del loro modo complicato di essere indossate e che proprio per questo ripiegano verso i marsupi.

Questi si indossano come degli zaini, che però vengono posizionati, comunemente, sulla pancia, con degli spallacci posti sulle spalle e infine fissando il tutto con delle cinghie regolabili all’altezza della vita.

Queste possono essere regolate in base alla fisicità del portatore.

Facile da lavare

I marsupi vengono usati con bambini fin dalla più tenera età e sarà molto probabile che si verifichino sversamenti dal pannolini, rigurgiti e chissà cos’altro vada a sporcarne la stoffa.

Non preoccupatevi i materiali con in quale sono realizzati sono stati scelti tenendo conto di queste evenienze.

Infatti i marsupi possono essere sfoderati e lavati in lavatrice e alcuni modelli possono anche essere inseriti nell’asciugatrice.

Per facilitarne la pulizia ci sono dei marsupi che presentano la pettorina sfoderabile, permettendo così di lavare separatamente la parte che è poi quella che si sporcherà con più frequenza.

Infatti quando si lavano le parti imbottite queste ci metteranno più tempo per asciugare, rendendo i tempi per riavere a disposizione il marsupio, più lunghi.

A che età usare il marsupio?

Chi si orienta verso la scelta di un marsupio per neonato, come mezzo per trasportare il proprio piccolo deve sapere che questo prodotto andrebbe usato soltanto quando il piccolo ha raggiunto il peso di 7 chilogrammi. Come fare quindi per i primi mesi?

Non occorre comprare un altro prodotto, ma basta soltanto dotare il vostro marsupio con un cuscinetto per neonati.

Si tratta di un accessorio che può essere usato anche con la fascia porta bebè, che permette di portare il piccolino più vicino al corpo, aumentando l’aderenza tra il piccolo e la mamma.

Anche i neonati in questo modo si sentiranno come avvolti nel marsupio, che ne garantirà il massimo comfort e sicurezza.

Queste accortezze sono necessarie per utilizzare il marsupio nel modo corretto, infatti se non seguite con cura potrebbero addirittura creare problemi al piccolino.

Per quanto tempo posso portare il bambino nel marsupio?

Bella domanda. Di certo il fattore primario sarà quello legato alla resistenza fisica del portatore, che una volta stanco si dovrà necessariamente fermare e riposare un po’.

Ma gli esperti di ergonomia ci dicono anche che nessuno, tanto meno i bimbi piccoli, dovrebbero passare lunghi periodi nella stessa posizione. Quindi anche se avete necessità di trasportare il bimbo con il marsupio, tenete presente che ogni tanto è bene fermarsi e cambiare posizione.

Le prime volte potete iniziare ad usare il marsupio per circa 10 minuti per volta, in modo tale da abituarvi, sia voi che il bimbo, all’uso di questo prodotto.

È importante che rispettiate sempre le necessità del vostro bambino e se questi non gradisce affatto il marsupio è forse meglio che rinunciate ad usarlo e ripieghiate su un passeggino, più scomodo per voi, ma di certo non per il vostro piccolino.

Usare il marsupio in estate e inverno: pro e contro

Il marsupio per neonato permette di tenere sempre con se il bambino, appoggiato al nostro corpo.

Sarà questo a scaldare il corpo del piccolino, insieme alla copertura del marsupio stesso.

Proprio per questo motivo non c’è bisogno di coprire in modo eccessivo il bimbo, che avrà già due strati di tessuto indosso, infatti l’eccesso di calore non è positivo, ma al contrario può provocare numerose problematiche.

Anche in inverno non ci sono necessità di vestire il piccolo a strati: una tutina imbottita, la stoffa imbottita del marsupio ed infine il calore della mamma e voilà non c’è bisogno di altro.

Per l’estate scegliete un marsupio di quelli realizzati in cotone biologico, che garantiranno al piccolo tutta la freschezza necessaria, grazie alle sue doti traspiranti.

Usare il marsupio in sicurezza

Vediamo adesso qualche piccola regola da rispettare per un uso corretto del marsupio neonato. Per prima cosa controllate sempre il tessuto del marsupio, prima di usarlo.

Verificate che non siano presenti tagli, scuciture o lesioni di vario genere. Il tessuto deve essere saldo per evitare che il bimbo possa cadere durante il trasporto.

Seconda cosa, posizionate sempre il bimbo in posizione corretta, e nel caso in cui lo usiate con neonati ricordatevi di aggiungere sempre il cuscinetto per neonati.

Il viso del piccolo deve essere sempre visibile; scivolare dentro il marsupio potrebbe esporlo al rischio di soffocamento.

Per questo motivo il mento del piccolo non deve mai poggiare sul petto del portatore. Importantissimo è non utilizzare mai il marsupio per neonati in moto od in auto.

I neonati non devono mai salire in moto e sulle auto devono essere posizionati sui appositi supporti. Un comportamento attento da parte dei genitori può evitare pericolosi incidenti.

Vantaggi del marsupio porta bebè

Adesso che conosciamo meglio questo prodotto tiriamo le fila su quelli che sono i vantaggi legati all’uso del marsupio per neonato.

È regolabile cosa che ne permette l’utilizzo a tutta la famiglia. Permette di posizionare il bimbo, sia sul davanti, quindi sul petto oppure sulla schiena, come dentro uno zaino.

Ha spallacci imbottiti, che permettono di ammortizzare il peso del bambino e si fissano alla vita per mezzo di una cinghia.

In commercio sono presenti anche delle versioni che permettono di trasportare il bambino posizionato su di un fianco.

Si possono utilizzare fin dalla nascita, grazie all’uso di riduttori e supportano pesi fino a 18 kg.

La loro forma ergonomica ne fa un oggetto comodo da usare, sia per la mamma che per il bambino.

Per finire, i marsupi si puliscono facilmente in lavatrice e sono realizzati in materiali resistenti e dai design più disparati, per accontentare tutti i gusti.

Svantaggi del marsupio porta bebè

Per finire andiamo a vedere quelli che sono gli aspetti negativi del marsupio per neonato. Abbiamo visto come il marsupio permetta di portare il bambino in numerose e varie posizioni, ma le più puntigliose avranno notato come tra queste non ci sia la posizione sdraiata.

Ebbene sì, il marsupio non la consente, come invece fa la fascia. Essendo un prodotto con una forma ben precisa, non ha una perfetta aderenza con il corpo del portatore.

Quando non in uso sarà di certo poco ingombrante, ma una fascia lo sarà di certo meno. Inoltre nella stagione calda sarà necessario non coprire in modo eccessivo il bambino perché la struttura imbottita tenderà già di per se a riscaldarlo anche fin troppo.

Anche la posizione che il bambino assume, grazie al marsupio, non è ottimale come quella offerta dalla fascia. Infatti il piccolo si verrà a trovare in una posizione leggermente più in basso, cosa che potrebbe rischiare spiacevoli incontri con i gioielli di famiglia…quindi attenzione papà!!!